AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI

Ultime 10 news

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Novità del provvedimento prot. 110418 del 12 giugno 2017
Data: 15/06/2017

Con il Provvedimento richiamato l’Agenzia delle Entrate ha fissato le fasi e le modalità dei controlli messi in atto al fine di verificare l’esattezza e la completezza dei dati forniti dagli operatori per la loro identificazione ai fini IVA e per individuare le eventuali frodi.

L’Agenzia delle Entrate evidenzia che entro sei mesi dall’attribuzione della Partita IVA o dall’iscrizione al VIES, valuterà “l’eventuale presenza di elementi di rischio, come ad esempio omissioni o incongruenze nei versamenti e nelle dichiarazioni”.

La valutazione sarà orientata su:

  1. Elementi di rischio riconducibili al titolare della ditta individuale o al rappresentante legale, agli amministratori e ai soci della persona giuridica titolare della partita Iva;
  2. Elementi di rischio relativi alla tipologia e alle modalità di svolgimento dell’attività operativa, finanziaria, gestionale, nonché ausiliaria da parte del soggetto titolare della partita iva;
  3. Elementi di rischio relativi alla posizione fiscale del soggetto titolare della partita iva, con particolare riferimento alle omissioni e/o incongruenze nell’adempimento degli obblighi di versamento o dichiarativi;
  4. Elementi di rischio relativi a collegamenti con soggetti direttamente e/o indirettamente coinvolti in fenomeni evasivi o fraudolenti

Gli operatori individuati in questo modo saranno oggetto di controlli periodici sia formali che sostanziali, al fine di riscontrare la veridicità dei dati dichiarati al momento dell’apertura della Partita IVA o dell’iscrizione al VIES.

Quali sono le conseguenze in assenza dei requisiti soggettivi e oggettivi richiesti:

  • di cessazione della Partita IVA, indebitamente richiesta o mantenuta.

Quali sono invece le conseguenze in capo a chi pur in presenza dei requisiti soggettivi ed oggettivi abbia effettuato operazioni intracomunitarie in un contesto di frode:

  • esclusione dal Vies e quindi dalla banca dati dei soggetti che effettuano operazioni intracomunitarie rendendo invalida la partita iva nel sistema elettronico europeo.

Fonte: PROVVEDIMENTO PROT. 110418 DEL 12 GIUGNO 207


Riferimento per la notizia
Pier Giuseppe Gasperetti
0461-803992
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise