AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI

News dalla 4 alla 13

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Compensazione crediti tributari – decorrenza delle novità introdotte dal decreto legge n. 50/2017
Data: 05/05/2017

Escluse dalle nuove regole in materia di visto le compensazioni dei crediti IVA relativi al periodo d’imposta 2016 – Obbligo di utilizzo dei servizi telematici per compensazioni di qualunque importo dal 1° giugno 2017.

L’articolo 3 del decreto legge n. 50 del 24 aprile 2017 ha introdotto regole più stringenti per l’utilizzo in compensazione dei crediti tributari, prevedendo in generale una riduzione a 5.000 euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l’apposizione del visto di conformità (sia per i crediti annuali IVA che per i crediti da imposte dirette e addizionali, sostitutive, ritenute alla fonte e IRAP), nonchè l’obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell’Agenzia delle entrate (Fisconline o Entratel) per le compensazioni di qualunque importo effettuate dai titolari di partita IVA, anche al di sotto della soglia di 5.000 euro.

Ferma restando la contrarietà alla “stretta” sulle compensazioni, espressa nel corso dell’audizione del 2 maggio 2017 presso le competenti Commissioni parlamentari (in allegato il documento – parte fiscale da pag. 5 a pag. 14), la Confederazione ha immediatamente segnalato all’Agenzia delle entrate la necessità di prevedere un congruo lasso di tempo per permettere agli operatori il rispetto dei nuovi obblighi e, soprattutto, ha richiesto immediatamente conferma che relativamente all’utilizzo in compensazione dei crediti IVA relativi al 2016 continuassero a valere le previgenti regole, con il limite a 15.000 euro per l’apposizione del visto.

L’Agenzia delle entrate ha confermato, con risoluzione numero 57/E del 4 maggio 2017, che:

  • per i crediti delle dichiarazioni IVA 2017 (periodo d’imposta 2016), già presentate a febbraio 2017 e quindi prima dell’entrata in vigore dei nuovi limiti, sono mantenuti i vecchi vincoli (visto di conformità solo per crediti in compensazione superiori a 15.000 euro). Per le dichiarazioni IVA (anche se relative al 2016) presentate successivamente all’entrate in vigore del D.L. n. 50 del 2017 si applicherà il nuovo limite di 5.000 euro in relazione al visto di conformità;
  • per i crediti da imposte dirette, addizionali, sostitutive, ritenute alla fonte e IRAP, marcati “2015”, è mantenuto il rispetto dei vecchi limiti sino alla presentazione delle dichiarazioni dei redditi ed IRAP 2017.

Inoltre, in considerazione dei tempi tecnici necessari per l’adeguamento delle procedure informatiche, il controllo in merito all’utilizzo dei servizi telematici dell’Agenzia delle entrate in presenza di F24, presentati da titolari di partita IVA, con utilizzo di crediti di qualunque importo, non avverrà prima del 31 maggio p.v.

Comunicazione da Confartigianato Imprese.


Riferimento per la notizia
Pier Giuseppe Gasperetti
0461-803992
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise