AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Gruppi > Giovani Imprenditori Artigiani > News > I Giovani imprenditori al Governo: “Non solo start up, 
va incentivata trasmissione d’impresa”

Ultime 10 news

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
I Giovani imprenditori al Governo: “Non solo start up, 
va incentivata trasmissione d’impresa”
Data: 24/05/2016

Sabato 21 maggio a Courmayeur si è svolta l’Assemblea dei Giovani imprenditori di Confartigianato a cui ha partecipato anche il vice presidente del Movimento Fabio Rossi.

“Start up … con 40 anni di esperienza. Trasmettere l’impresa per non disperdere valore”, questo il tema sul quale le nuove leve dell’artigianato e delle piccole imprese si sono confrontate con i rappresentanti del Governo e del Parlamento, con esponenti del mondo accademico e del credito. All’iniziativa sono intervenuti, tra gli altri, il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, con delega alla famiglia, Enrico Costa, il Vice Ministro all’Economia e Finanze Luigi Casero, gli onorevoli Raffaello Vignali (Ncd) e Mino Taricco (Pd), il Presidente di Artigiancassa Fabio Banti, il Professor Gustavo Piga, docente di economia politica all’Università Tor Vergata di Roma, la professoressa Marina Puricelli, docente della SDA Bocconi.

I Giovani Imprenditori hanno acceso i riflettori sul valore economico e sociale dell’impresa artigiana, un patrimonio che deve essere preservato favorendo la successione dell’azienda non soltanto all’interno della famiglia. I Giovani Imprenditori di Confartigianato hanno quindi sottolineato la necessità di agevolare la trasmissione d’impresa per non disperdere la ricchezza economica e di competenze professionali consolidata nelle aziende che hanno molti anni di attività alle spalle.

Durante l’Assemblea è stato eletto il nuovo Presidente dei Giovani Imprenditori di Confartigianato per i prossimi 4 anni: Marco Nardin, che ha guidato il Movimento negli ultimi 4 anni, ha passato il testimone a Damiano Pietri, 37 anni, imprenditore di Modena, titolare di un’impresa specializzata nella produzione di bilance di precisione.

“Non solo start up: chiediamo al Governo – ha detto il nuovo Presidente dei Giovani Imprenditori Damiano Pietri – di concentrare l’attenzione e gli investimenti sul passaggio generazionale nelle imprese italiane. Nelle aziende ‘anziane’ c’è un grande valore economico e di cultura produttiva che deve essere preservato e rilanciato dai giovani, sostenendo e facilitando il passaggio di testimone a chi, erede del titolare o dipendente, vuole rilevare l’impresa con gli stessi incentivi fiscali e creditizi oggi previsti per far nascere le start up”.

Il fenomeno della trasmissione d’impresa è rilevato in un rapporto presentato dai Giovani imprenditori di Confartigianato durante l’Assemblea.

Ne emerge che per le neo imprese italiane è difficile sopravvivere ai primi anni di vita ma anche per gli imprenditori anziani è altrettanto complicato passare il testimone a chi vuole prendere in mano le redini dell’azienda.

Infatti il 42% delle imprese nate nel 2010, pari a 111.325 aziende, ha cessato l’attività a 3 anni dalla nascita. E con loro sono andati distrutti 144.301 posti di lavoro.

Nel frattempo, 303.176 piccole imprese con tanti anni di attività sono interessate dal passaggio generazionale e attendono di essere rilevate da un successore.


Riferimento per la notizia
Jacopo Pedrotti
0461-803724
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise